Peluffo,Pizzul: Lombardia, dati sbagliati ingannarono lo stesso Fontana.

//Peluffo,Pizzul: Lombardia, dati sbagliati ingannarono lo stesso Fontana.
 La Lega Lombarda sta acquistando pagine pubblicitarie su diversi giornali per sostenere la
versione di Fontana sui dati sbagliati inviati all`Istituto superiore di Sanità che hanno causato alla Lombardia una
settimana di zona rossa non dovuta. Lo afferma il pd lombardo in una nota. Secondo il segretario regionale Vinicio Peluffo e il
capogruppo in Regione Fabio Pizzul, “le ricostruzioni bisognerebbe lasciarle fare ai giornalisti, perché è il loro
mestiere, e non ai pubblicitari, tanto più se si tratta di pubblicità ingannevole. C`è una sola regione che è finita in zona
rossa per sbaglio, ed è la Lombardia”.
“Fontana – si legge in una nota – disse la prima settimana di gennaio che i dati erano brutti e chiuse in autonomia le scuole
superiori, ben prima che il Governo decretasse la zona rossa, che dava per scontata. I numeri sbagliati elaborati dalla Regione
avevano ingannato anche lui, ci sono le dichiarazioni pubbliche a dimostrarlo”.
Fontana in questa vicenda, concludono Pizzul e Peluffo, “ha unito approssimazione a tracotanza, arrivando ad aprire un contenzioso
con l`ISS, un istituto tecnico e non politico, pur di uscire dall`ennesimo inciampo. Basta, la Regione Lombardia sotto la
guida di Fontana e della Lega ha gettato nel fango la propria credibilità, che non si può ricomprare con delle inserzioni a
pagamento. È ora di smetterla con le bugie e con gli errori, Fontana e la sua giunta hanno fallito e prima ne prenderanno atto
meglio sarà”.
Milano,28 gennaio 2021
2021-01-28T18:25:38+00:0028/01/2021|Categorie: News|