Giorgio Gori Presidente

/Elezioni regionali Lombardia: Marta Comi
Elezioni regionali Lombardia: Marta Comi2018-02-07T10:18:22+00:00
Marta Comi PD Lecco

Marta Comi

CHI SONO?
Ho 37 anni e vivo da sempre a Casatenovo, sono cresciuta in una felice famiglia brianzola e sono zia di sei nipoti. Dopo un’esperienza di lavoro nella scuola mi sono specializzata in progettazione e da alcuni anni opero nel settore formativo, sociale e sportivo come progettista e responsabile in progetti di animazione di comunità, di servizi alla famiglia, di integrazione e inclusione sociale.
Ho studiato pianoforte per molti anni, la musica, insieme alla politica e alla filosofia è una delle mie grandi passioni.

COSA FACCIO PER IL TERRITORIO
Sono entrata in consiglio comunale a Casatenovo a 24 anni, iniziando a occuparmi delle politiche di pace e cooperazione allo sviluppo e guidando come Presidente dal 2010 al 2016 il Comitato lecchese per la pace e la cooperazione tra i popoli, composto da 25 comuni e 23 associazioni della nostra provincia.
Nel mio Comune ho ricoperto per sette anni l’incarico di assessore alla cultura, associazionismo e sport, seguendo in particolare il sistema bibliotecario e la promozione delle associazioni culturali, sociali e sportive.

Dal 2014 sono vicesindaco e assessore all’urbanistica, ruolo nel quale sto curando la riqualificazione del centro di Casatenovo, progetto inserito in un accordo di programma di livello regionale, che per dimensioni e rilievo territoriale si colloca fra i più importanti in Lombardia.

Nel 2016 sono stata eletta dai sindaci Presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi, il più vivace ente pubblico culturale della Brianza lecchese e monzese, che coinvolge 20 comuni e due province, attivo nella produzione di politiche culturali di rete e nel recupero di un ingente patrimonio storico – architettonico.

Lo stile che ha caratterizzato il mio impegno politico amministrativo è lo sguardo sovracomunale con cui ho sempre lavorato, nella convinzione che le politiche debbano essere “territoriali” per rispondere alle esigenze dei cittadini, per contenere i costi e per avere effetti significativi sulla vita delle persone.

COSA VORREI PORTARE SUL TAVOLO NAZIONALE/REGIONALE

  • Vorrei mettere a frutto la mia esperienza e le competenze acquisite al servizio degli enti locali del mio territorio per avvicinare la Regione Lombardia alle esigenze dei Comuni, dei sindaci e dei cittadini, rappresentando così un punto di riferimento tra le esigenze del mio territorio e il livello regionale, un collegamento oggi assente e che ritengo indispensabile per fare sì che la regione sia più vicina e più utile.
  • Vorrei rendere accessibile e proficua la collaborazione di Regione Lombardia per l’accesso ai finanziamenti europei per il sostegno di progetti territoriali a vantaggio degli enti locali e delle imprese del territorio lecchese.
  • Vorrei stimolare un diverso ruolo della Regione Lombardia nell’ambito culturale, del sostegno a progetti culturali significativi di livello territoriale e nel recupero dei beni culturali di valore storico e architettonico, un ambito nel quale la regione ormai da anni ha ridotto il proprio ruolo sia sotto il profilo dei finanziamenti che del pensiero politico e programmatico.
  • Vorrei impegnarmi per riportare in primo piano nelle politiche della regione i temi della cooperazione allo sviluppo, la difesa dei diritti, la promozione della pace e la costruzione di uno sviluppo sostenibile.