Elezioni Politiche 4 marzo

/Elezioni Politiche: Cristina Bartesaghi
Elezioni Politiche: Cristina Bartesaghi2018-02-08T13:19:40+00:00
Cristina Bartesaghi PD Lecco

Cristina Bartesaghi
SENATO – Collegio Uninominale Lecco

CHI SONO?
Sono nata nel 1963 a Lecco e vivo con mio padre ultraottantenne ad Abbadia Lariana (Lecco), un bellissimo paese sulla sponda orientale del lago di Como.
Diplomata maestra elementare, ho prestato servizio per un anno nell’asilo nido comunale di Pescarenico, per dieci anni nella scuola dell’infanzia privata “Casa del Bambino” ad Abbadia e infine nella scuola primaria statale di Civate, Lecco S.Stefano e “S.Pertini” di Mandello del Lario.

COSA FACCIO NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI
Dopo quattro anni come consigliere comunale con il sindaco Antonio Locatelli, sono stata impegnata dieci anni nell’Amministrazione Comunale con il sindaco Rocco Cardamone, in qualità prevalentemente di assessore ai servizi sociali e alla scuola. Nell’ultimo mandato ho ricoperto il ruolo di vice sindaco.

Attualmente sono sindaco del mio paese dal 2009 a tempo pieno, avendo scelto di richiedere l’aspettativa per mandato amministrativo, poiché ritengo difficile conciliare questo impegno con la professione dell’insegnante.

QUAL È IL MIO IMPEGNO PER IL TERRITORIO
Vivo il mio incarico da sindaco con impegno e passione.
Infatti ho sempre ritenuto indispensabile ed efficace la collaborazione con gli altri Comuni per creare una rete e una gestione provinciale dei servizi. Certamente pensare insieme richiede tempo ma alla fine dà i suoi frutti.Ho promosso fin dall’inizio con l’Amministrazione di Mandello iniziative comuni e convenzioni; ho continuato a gestire la convenzione Piani Resinelli, in qualità di Ente Capofila insieme ai Comuni di Ballabio, Lecco, Mandello del Lario.
Fin dal 1999 ho partecipato in qualità di assessore ai servizi sociali alle assemblee dell’ambito di Bellano, da due anni sono vice presidente dell’ambito stesso e partecipo all’Ufficio di Coordinamento dei sindaci provinciale.Da più anni sono componente del Comitato Ristretto di SILEA, la società pubblica che gestisce il ciclo dei rifiuti.Da due anni faccio parte del direttivo del Consorzio BIM, lago di Como, Brembo e Serio con sede a Gravedona.

COSA VORREI PORTARE SUL TAVOLO NAZIONALE
Sul tavolo nazionale vorrei portare l’esperienza che ho maturato in questi 23 anni di amministrazione di un Comune che seppur di piccole dimensioni vive la stessa complessità dei Comuni più grandi (carenza e gestione del personale, adempimenti burocratici, risorse contenute e crescenti responsabilità, organizzazione dei servizi…).Ritengo che aver lavorato per anni per la mia comunità mi permetterà di scalare la cima del campanile per allargare lo sguardo sul panorama circostante e mettere a disposizione di tutti quanto ho imparato e maturato.

IL MIO MOTTO È…
Un sindaco di lago per il paese Italia

I TEMI / AMBITI CHE MI STANNO PIÙ A CUORE
Prendersi cura delle persone più deboli e fragili.
L’inizio del mio mandato di sindaco ha corrisposto all’acuirsi della crisi finanziaria che ha investito imprese e famiglie. Dall’osservatorio del Comune ci si accorge che il bisogno non sempre é esclusivamente economico, ma investe tutte le componenti della persona (affetti, salute, realizzazione di sé…). Prendersi cura delle persone é decisamente impegnativo e coinvolge tutti, ognuno con il proprio ruolo.

SS 36 – Particolare attenzione alle problematiche di questa importante arteria che collega Milano e la Brianza con la Valtellina; in particolare intendo continuare a vigilare per la realizzazione della ciclo pedonale Abbadia / Lecco per la quale la mia Amministrazione Comunale si é adoperata sin dalle fasi della sua progettazione.

Trasporti – La rete ferroviaria del nostro territorio svolge un insostituibile servizio per i pendolari che raggiungono Milano per lavoro e i turisti che sempre più numerosi raggiungono il nostro lago e le nostre montagne. Ritardi, soppressione delle corse, problemi di sicurezza penalizzano questo importante servizio.E’ necessario potenziare il servizio della Navigazione sul ramo di Lecco, aumentando il numero delle corse. Non più rimandabili gli interventi di ammodernamento dei pontili per automatizzare la regolazione della piattaforma e delle passerelle di attracco.