testata pdlecco.it
testata con immagini di Lecco
 

COMMENTO DI ERCOLE REDAELLI SULLA VICENDA DEL PIANO CAVE 2012.10.03
  Commento di Ercole Redaelli | Segretario Federazione Provinciale PD Lecco
La vicenda del piano cave provinciale, così come viene condotta dal Presidente Nava e dalla maggioranza PdL-Lega che lo sostiene, contribuisce a portare discredito, non solo a Nava e alla sua maggioranza, ma alla politica in generale e - cosa ancora più grave - alle Istituzioni: credo che di questa Provincia, così come è governata, si potrebbe fare volentieri a meno.Di fronte ad una lettera firmata dal Presidente della Provincia insieme ai soli due Capigruppo PdL e Lega, e - fatto sconcertante - insieme ai due Segretari provinciali di PdL e Lega, mi chiedo se Nava sia Presidente di tutti i Lecchesi o solo di una parte di essi. Immagino, infatti, che tutti coloro che non si riconoscono nel PdL o nella Lega provino qualche fastidio nel vedere il Presidente della propria Provincia esercitare un ruolo istituzionale insieme ad esponenti di un solo schieramento politico.Possiamo chiedere almeno un po' più di pudore?Se questa è la premessa, quale credibilità pensa, il Presidente Nava, che possano avere i suoi proclami con i quali vorrebbe accreditare assoluto equilibrio nella definizione del Piano Cave?Inoltre Nava, Presidente di una Istituzione pubblica, discrimina non solo in base all'appartenenza politica, ma anche in base all'appartenenza territoriale.Esponenti della sua maggioranza, Sindaci e Amministratori del Meratese e del Casatese e Assessori provin-ciali che risiedono nel Meratese e che conoscono bene il territorio, si sono schierati contro le ipotesi predi-sposte dalla Provincia, ma la loro opinione non viene sufficientemente considerata e con Nava si schierano Malighetti di Monte Marenzo, Arrigoni di Calolziocorte, Piazza di Lecco e Ceresa di Oggiono.Non parliamo, poi, delle penose acrobazie interne alla Lega dove Robbiani, Sindaco di Merate, esprime pa-reri opposti a quelli del suo Segretario provinciale Ceresa, ma ottiene da Salvini, suo Segretario regionale, uno scritto a sostegno (sembra) della propria tesi, salvo poi leggere l'interpretazione data da Ceresa che di-ce che l'opinione di Salvini non è  contraria alla propria.La Brianza è stata considerata da Nava prima, durante la campagna elettorale del 2009, terra di conquista e,  immediatamente dopo, terra di confine  meritevole di nessuna considerazione.Che fine hanno fatto i piani lasciatigli in eredità da Virginio Brivio, che ponevano al centro, per questo territorio, la viabilità di raccordo con la Pedemontana?Anche questa ipotesi del Piano Cave dimostra, oltre alla assoluta insensibilità di Nava nei confronti dell'am-biente, totale improvvisazione e assenza di qualsiasi strategia.E chi paga per le scelte sbagliate sono sempre i Cittadini.Da parte nostra, il Partito Democratico condivide, sostiene e promuove - in modo coerente, unitario e convinto - la posizione che il Gruppo del PD in Provincia sta esprimendo sul Piano Cave in ogni sede e sin dalle prime discussioni: questo Piano è fuori tempo, fuori luogo e, cosa che si manifesta ogni giorno che passa in maniera più che evidente, non dettato da una linea politico-amministrativa chiara, approfondita e responsabile.
  di PD Lecco
INSERISCI UN COMMENTO

firma
scrivi (in numero) la somma di sei e sei

 
<<novembre 2014>>
dolumamegivesa
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            


elenco banner

Sito P.D Città di Lecco

La pagina fb del P.D. della provincia di Lecco





Blog del gruppo consiliare lombardo P.D.



Le informazioni presentate su www.pdlecco.it sono pubblicate sotto la responsabilità dei rispettivi autori.

Tutela della Privacy

validato CSS   Valid XHTML 1.0 Transitional

il mantenimento degli standard w3c e dell'accesibilità viene gestito direttamente da www.pdlecco.it